Inizio d'anno pirotecnico per l'ANIEF grazie alle due immissioni in ruolo ottenute attraverso la vincente azione legale promossa per il riconoscimento del diritto all'inserimento in III Fascia in favore dei docenti collocati in IV Fascia da illegittime e incostituzionali disposizioni ministeriali. Dopo le positive sentenze ottenute per i nostri iscritti presso il Tribunale del Lavoro di Roma, l'Avv. Salvatore Russo, a corollario dell'ottimo lavoro svolto con la competenza che lo contraddistingue da sempre, ottiene la piena esecuzione delle sentenze e la definitiva stipula dei contratti di lavoro a tempo indeterminato in favore dei nostri iscritti in virtù della loro corretta collocazione nella III Fascia delle graduatorie d'interesse.

Le due sentenze riconoscevano senza ombra di dubbio il pieno diritto degli iscritti ANIEF all'inserimento in III Fascia all'atto della pubblicazione delle Graduatorie a Esaurimento valide per il triennio 2014/2017 e i due docenti, in virtù di tale collocazione, risultavano entrambi in posizione utile ai fini dell'immissione in ruolo. Il MIUR, incalzato da una costante azione sindacale svolta con perizia dalla sede territoriale ANIEF di Roma e dalla sapiente ed efficace azione legale portata avanti dall'Avv. Russo, non ha potuto far altro che cedere le armi e riconoscere, in favore dei nostri iscritti, il pieno diritto alla stipula del giusto contratto di lavoro a tempo indeterminato.

L'inserimento in IV fascia dei docenti, stabilito ex D.M. 53/2012, non poteva che ritenersi, così come correttamente sostenuto dall'ANIEF e riconosciuto nelle sentenze ottenute, come posizionamento "meramente transitorio" in attesa dell'aggiornamento previsto per il triennio 2014/2017, in quanto risultava da escludersi "che per mezzo di un atto di normazione secondaria possano introdursi deroghe alla disciplina posta dalla legge". Così non è stato e il MIUR ha deciso di confermare la IV Fascia delle GaE anche per il triennio 2014/2017. Il Giudice, però, aveva già stabilito pianamente come fosse da escludere "che la fascia aggiuntiva, introdotta dal DM 53 citato, possa considerarsi una fascia subordinata alla III, esistente per legge" da far permanere all'atto dell'aggiornamento 2014 perché tale disposto sarebbe risultato in aperto contrasto con principi di rango costituzionale.

L'ANIEF accoglie con grande soddisfazione la notizia che, grazie all'azione legale portata avanti con pieno successo, altri due docenti abbiano potuto porre fine al lungo periodo di precariato cui il MIUR li aveva condannati relegandoli nell'illegittima IV Fascia delle Graduatorie a Esaurimento e augura di tutto cuore ai propri iscritti un buon anno e un buon lavoro, finalmente e definitivamente, a tempo indeterminato.

Pubblicato l'8 gennaio 2014

Vai all'articolo originale